Quod eritque fuitque

Ignacio Armella Chávez

Quod eritque fuitque:

giochi di specchi fra l’accaduto e l’avvenire
  • 2023
  • p. 168
  • ISBN: 978-8895611402

€ 15

IN PREPARAZIONE

L’autore analizza, alla luce delle discipline umanistiche tout court, e in particolare della tradizione culturale ereditata dal pensiero classico greco-latino, alcuni problemi fondamentali del nostro tempo, interpretati come segni di rottura del paradigma della modernità rispetto alle esigenze dell’essere umano e della compagine sociale nel suo complesso. A tale scopo si propone un metodo storicocomparativo che permetta d’interpretare la modernità con strumenti concettuali diversi, arricchendo così una prospettiva che, altrimenti, rimarrebbe chiusa nel suo sistema di preconcetti e assiomi autoreferenziali. Nella parte finale del saggio, viene proposta una riflessione, sempre attraverso la dialettica del confronto col pensiero classico, d’una filosofia della tecnica che tenga conto dell’ordine intrinseco della natura e dell’uomo, così da realizzare un loro armonioso rapporto.


L'Autore

Ignacio Armella Chávez (Città del Messico, 1986) ha conseguito la laurea in filologia classica presso l’Università nazionale autonoma del Messico (UNAM) nel 2009, con una tesi sul tema de La morte di Socrate secondo Platone. Successivamente, ha conseguito la laurea magistrale in lettere cristiane e classiche presso il Pontificium institutum altioris Latinitatis di Roma con la tesi in latino Coincidentia oppositorum: quid Nicolaus Cusanus et Marsilius Ficinus de concordia senserint (poi pubblicata dalle Edizioni Accademia Vivarium novum). Dal 2010 insegna Storia della filosofia antica e Composizione latina avanzata presso l’Accademia Vivarium novum, un’istituzione rinomata a livello internazionale per i suoi metodi innovativi per l’insegnamento delle lingue classiche e per il suo sforzo di rinnovamento dell’educazione classica. In qualità di vicepresidente della stessa istituzione, contribuisce assiduamente alle sue attività accademiche, culturali e editoriali, partecipando a numerosi convegni e corsi internazionali, sia come organizzatore che come relatore. Tra le sue pubblicazioni, una serie di articoli e contributi, tra cui il più recente è un saggio sull’urgenza dell’educazione classica nel mondo moderno: “Quod eritque fuitque: giochi di specchi fra l’accaduto e l’avvenire” (Edizioni Accademia Vivarium novum, 2022).