Paolo e Nerone: l’Epistola ai romani alla luce della storia e dell’archeologia.

€20,00

L’Epistola di Paolo ai romani viene letta alla luce del peculiare contesto geografico, storico e archeologico nel quale il documento fu concepito, scritto e fatto circolare. Questo testo, inserito nel canone biblico, palesa uno scontro culturale tra la visione giudaica (che va caratterizzandosi come cristiana) e quella classica, la quale subisce le influenze dell’assiologia neroniana. Il messaggio paolino determina un’antitesi con gli assunti della filosofia stoica allora dominante negli ambienti romani, così come del fatalismo astrologico e degli influssi del pensiero politico ellenistico (nella sua versione egiziana). Questo commentario s’avvale dei contributi della storia e dell’archeologia senza ignorare alcuni aspetti teologici. Sotto questo punto di vista esso costituisce una novità nel campo degli studi di storia ed esegesi biblica.
 


Giancarlo Rinaldi, nato a Napoli nel 1952, si è laureato in filosofia nel 1974 con una tesi in Religioni del mondo classico.
Ha insegnato storia romana e storia del cristianesimo nelle Università degli studi di Napoli “Federico II” e “L’Orientale”. È stato visiting professor presso l’European Nazarene Bible college e negli Stati uniti d’America. È stato presidente della Confederazione nazionale delle Università popolari italiane (CNUPI). Dal 1994, è membro del Consiglio direttivo della Società biblica in Italia.
Collabora regolarmente con l’Accademia Vivarium novum, dove dirige ricerche e tiene regolarmente cicli di conferenze e di lezioni.
Ha pubblicato, tra l’altro, Biblia gentium, Roma 1989; La Bibbia dei pagani, Bologna 1997; Cristianesimi nell’antichità, Chieti-Roma 2008; Pagani e cristiani, Roma 2017.

Codice: 9788895611884
Prezzo: €20,00