Fichtiana 29. La dottrina dello stato

€20,00

Pubblicata postuma nel 1820, nel mutato clima politico della re­staurazione, La dottrina dello Stato presenta in volume il corso di Lezioni su argomenti vari di filosofia applicata: secondo e ultimo ciclo di conferenze dedicate alla filosofia della storia che Fichte tenne a Berlino nel semestre estivo del 1813. Secondo, dopo quello del semestre invernale 1804-1805, pubblicato con il titolo I tratti fondamentali dell’epoca presente. Ultimo, perché risalente alla primavera-estate (26.04-16.08) del 1813. A pochi mesi dunque dalla morte: l’evento che ha fatto di questo testo una specie di testamento filosofico e politico, in cui troviamo coronato il programma di “filosofia applicata” perseguita in ognuno dei suoi scritti popolari. Come segnala il sottotitolo del curatore, Fichte vi ha sviluppato il tema della relazione tra lo Stato originario e il Regno della ragione, concepiti come estremi ideali del processo volto a realizzare il «Regno dei cieli», annunciato da Gesù, di cui ognuno è chiamato a diventare attivamente «cittadino». Tal è, in fondo, la questione che fa da cornice all’estesa descrizione materiale della storia universale orientata in senso teleologico. La cui suddivisione in mondi si sovrappone alla comune periodizzazione storica, in nome di una dialettica tra fede e intelletto che il filosofo ha rinvenuto ab ovo nel processo di legittimazione del potere, aggiungendo ai temi del diritto e della politica la considerazione della religione e del cri­stianesimo quale sigillo della rivelazione dell’assoluto nella storia.


Antonio Carrano insegna Storia della filosofia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Ha dedicato la sua attività di ricerca ad autori del pensiero filosofico dell’illuminismo e dell’idealismo classico tedesco, curando per la collana “Fichtiana” la traduzione de I tratti fondamentali dell’epoca presente (Milano 1999).
 

Codice: 9788895611783
Prezzo: €20,00